Informazioni

ITALIANO

Nato a Roma nel Febbraio del 1988, si avvicina precocemente alla musica ed inizia a dedicarsi allo studio della batteria a 9 anni. La sua formazione segue un lungo percorso che inizia ufficialmente nella Scuola Popolare di Musica di Testaccio in Roma e culmina nel biennio di alto perfezionamento In.Ja.M. di Siena, all’interno del quale ottiene pieni riconoscimenti ed una borsa di studio completa per l’intera durata del corso. Negli anni della sua formazione ha modo di approfondire lo studio dello strumento con alcuni fra i più illustri musicisti e docenti internazionali, fra i quali: John Riley, Greg Hutchinson, Eric Harland, Adam Nussbaum, Ferenc Nemeth, Ben Perowsky. Conduce da anni un’intensa attività professionale che gli ha consentito di guadagnare un posto di rilievo fra i più richiesti ed interessanti musicisti di jazz in Italia.

Dal 2014 è un elemento fondante del quartetto di Enrico Rava con il quale porta avanti una lunga e proficua attività concertistica internazionale sugellata dall’incisione di un disco, Wild Dance (ECM). Nel 2019 il New Quartet, già nominato Gruppo dell’anno per la rivista Musica Jazz, si trasforma in Enrico Rava Special Edition con l’aggiunta di Giovanni Guidi, Gianluca Petrella e Francesco Bearzatti. Questa formazione, nata per celebrare gli ottanta anni di Enrico Rava, lo vedrà impegnato in un lungo e prestigioso tour internazionale che è ancora in essere.

Sono molteplici anche le esperienze internazionali di rilievo. Già in veste di studente, nel 2010, fu selezionato fra i migliori giovani allievi dell’In.Ja.M. per partecipare al Panama Jazz Festival e ad un tour negli Stati Uniti quale componente del sestetto di rappresentanza all’interno di un programma di scambio con il Berklee Global Jazz Institute di Boston, il New England Conservatory, il Conservatorio di Porto Rico e il Conservatorio Superiore di Parigi. Nel 2014, come membro del trio di Alessandro Lanzoni, ricopre il ruolo di solista nella rappresentazione della Rhapsody In Blue di George Gershwin con l’orchestra sinfonica Oriental Orchestra, diretta dal maestro Xu Zhong, presso il Grand Theatre di Shanghai; esperienza replicata nel 2018 con la Suzhou Symphony Orchestra presso la Concert Hall di Suzhou (Cina).

Il 19 Marzo 2021 uscirà il suo primo lavoro in veste di compositore e band leader dal titolo Cyclic Signs, per l’etichetta Auand Records. Questa formazione vede coinvolti alcuni fra i più creativi musicisti di jazz in Italia: Francesco Lento alla tromba, Daniele Tittarelli al sassofono e Matteo Bortone al contrabbasso.

Dal 2018 è impegnato, oltre alla sua principale attività di musicista professionista, come docente di strumento e musica d’insieme al triennio universitario presso l’Accademia Nazionale del Jazz – Siena Jazz University.

___

ENGLISH

Born in Rome (Italy) in 1988, Enrico Morello began to play drums at an early age, when he was 9 years old. He started studying and playing jazz music at “Scuola Popolare di Musica di Testaccio” (Rome) at the age of 13 and he continued his studies attending the summer workshops at “Siena Jazz” (Siena, Italy) in 2006 and 2008. It was there that he was selected for the additional masterclasses with Enrico Rava and Gianluigi Trovesi. Over the following two years, he attended a special course for professional musicians in Siena, entitled the “International Masters Program”, obtaining the highest awards and a full scholarship. While there, he was able to take drums lessons from some of the most highly regarded jazz musicians in the world, such as Eric Harland, John Riley, Jeff Ballard, Billy Hart, Ben Perowsky, Adam Nussbaum, Ferenc Nemeth, Billy Drummond and many more.

In 2010 he was selected to represent the “Siena Jazz School”, along with five other musicians, at the Panama Jazz Festival and also to perform with the same band, at the Berklee College of Music in Boston and at the New York University in New York.

Around 2014 he joined the “New Quartet” led by Enrico Rava. With this band, he recorded the album “Wild Dance” for the record label ECM and in 2015 the group won the award for “Italian Group Of The Year” in the magazine Musica Jazz. In the same year, as a member of Alessandro Lanzoni’s trio, he held the role of soloist in the representation of George Gershwin’s Rhapsody In Blue with the Oriental Orchestra, conducted by Maestro Xu Zhong, at the Grand Theater in Shanghai; an experience which was repeated in 2018 with the Suzhou Symphony Orchestra at the Concert Hall in Suzhou (China). In 2019, the “New Quartet” developed into a septet, changing its name to the “Enrico Rava Special Edition”, with the addition of Giovanni Guidi on piano, Gianluca Petrella on trombone and Francesco Bearzatti on tenor saxophone. This line-up, created to celebrate Enrico Rava’s eighty years, will see him engaged in a long and prestigious international tour that is currently underway.

His first work as a composer and bandleader entitled “Cyclic Signs” will be released for the Auand Records label on March 19, 2021. This line-up includes some of the most creative jazz musicians in Italy: Francesco Lento on trumpet, Daniele Tittarelli on saxophone and Matteo Bortone on double bass. Enrico Morello is continuing his intensive professional activity, earning, in recent years, a special place amongst the most interesting and talented Italian jazz musicians. Since 2018, he has been engaged, in addition to his main activity as a professional musician, as a drums and combo class teacher in the three-year program at the Siena Jazz University (Italy).

OFFICIAL WEBSITE

ENRICO MORELLO “Cyclic Signs”

Francesco Lento – trumpet
Daniele Tittarelli – alto sax
Matteo Bortone – double bass
Enrico Morello – drums, qraqeb, carillon

Il costante mutare della realtà che ci circonda sembra regolato da leggi misteriose. Le metamorfosi della natura seguono un percorso ordinato e coerente ma rispondono a ritmi e tempi infinitamente più dilatati di quelli che regolano l’attività quotidiana dell’uomo. È proprio da questa temporalità ciclica ed inafferrabile che l’essere umano rimane incantato; rapito nell’osservazione dell’incontenibile, del non misurabile. La spinta propulsiva di questo lavoro scaturisce proprio dalla fascinazione verso i ritmi dell’esistenza e le molteplici facce delle loro mutazioni. Ho cercato di sovvertire la prevedibile logica del tempo metricamente organizzato tracciando percorsi inattesi, multiformi e compositi, con l’intento di restituire all’ascoltatore la sensazione di sorpresa e disorientamento che si prova quando ci si affaccia alle finestre dell’ignoto. L’utilizzo di un organico asciutto e costituito da strumenti prevalentemente monodici ha favorito il rapporto dialettico fra la dimensione orizzontale e quella verticale della musica. Ho concentrato le mie energie nel dare risalto alle specificità armoniche dei brani attraverso un’accurata conduzione delle diverse voci che determinano l’intreccio polifonico. Seguendo questi princìpi, le gravità armoniche, seppure non esplicite, mantengono un ruolo centrale nel disegno globale delle composizioni e ne determinano ambientazioni cangianti. Queste scelte mi hanno condotto all’esplorazione di paesaggi sonori archetipici, essenziali dal punto di vista timbrico ma complessi ed articolati nella loro manifestazione corale; in questo non dissimili da alcune produzioni di musica tradizionale dell’Africa centrale che sono state fonte inesauribile d’ispirazione durante tutto il mio percorso d’investigazione creativa. Avere a disposizione dei solisti di una così elevata caratura artistica ha indubbiamente facilitato il mio lavoro; mi sono limitato a tracciare dei confini e creare dei percorsi ideali all’interno dei quali ciascuno potesse esprimere liberamente la propria creatività ed il risultato di questa operazione ha stupito me stesso prima di chiunque altro. Enrico Morello

Discografica come Sideman

 

  • Uncle Ghost I Mostri – Lhobo Music 2011
  • Never Lie Racing Jazz Quintet – Simpaty Record’s / TRJ Records 2011
  • Our Portraits – Nicola Di Tommaso – Camilla Records 2013
  • Little Lies – Alfredo Paixao – 2013
  • Cheiro De Jardim – Nadia Cancila – 2013
  • Dark Flavour – Alessandro Lanzoni – Cam Jazz 2013
  • Ellipses – Francesco Ponticelli – Tuk Music 2014
  • Heavy Dance Andymusic – Auand Records2014
  • Seldom – Alessandro Lanzoni trio + Ralph Alessi – Cam Jazz 2014
  • Uma Mulher – Barbara Casini & Banda Dupla – Philology 2015
  • Quiet Man – Enrico Bracco – Auand 2015
  • Wilde Dance – Enrico Rava New Quartet + Gianluca Petrella – ECM 2015
  • Flow, – Francesco Diodati Yellow Squeeds – Auand Records2015
  • Around Tùk – Paolo Fresu – La Repubblica/L’espresso 2016
  • 50 – Auand Family – Auand Records2016
  • Standard Trio 1 – Nicola Di Tommaso – Filibusta Records 2016
  • Hardcore Chamber Music – Manlio Maresca & Manual For Errors – Auand Records 2016
  • Kon-Tiki – Francesco Ponticelli – Tuk Music 2017
  • So To Speak – Maurizio Giammarco Syncotribe – 2plet Records 2017
  • Right Away – Giampiero Locatelli – Auand Records 2018
  • Water Trumpet – Giacomo Tantillo 2018
  • Trio Trip – Mirko Signorile – Auand Records 2018
  • Never The Same – Francesco Diodati Yellow Squeeds – Auand Records 2019
  • Clorofilla – Chloros Phyllon – Shivani, S. Shivani, F. Diodati, E. Morello – Tuk Music 2019
  • 51° – Andrea Molinari – Ropeadope Records 2019
  • Oneness – Donatello D’Attoma – Dodicilune 2020
  • Only Human – Maurizio Giammarco Half-Plugged – Auditorium Parco Della Musica 2020

Video

Galleria Foto